Danza

Domenica scorsa. Grandissimo traguardo. Ballo finalmente alla Festa di Natale della scuola Etra Danza. La colonna sonora inizia con “Le memorie di una geisha” e termina con “Romeo and Juliet” dei Dire Straits, e la nostra coreografia parla della nascita… Noi, il gruppo di principianti che alza la media dell’eta’ della scuola, siamo la terra…ma poi arrivano gli altri elementi…una battaglia, una commistione, una confusione che diventa, appunto, fusione. Amore. Vita.

Ed ecco la mail di un’amica, col singhiozzo imbarazzante (!!!)

Cara Noemi, ti ho vista danzare domenica, in mezzo a tutti quei bambini e ragazzi, quasi ti confondevi, da lontano sembravi una “fanciulla” altro che gruppo geriatrico! (da lontano eh!!!) Negli  anni ho avuto la possibilità di partecipare a  molti  spettacoli di questo genere, ma posso dire con sincerità che questo mi ha davvero emozionato;  sapevo che questa serata per me  avrebbe assunto un valore diverso, ma non immaginavo di passare ore senza fumare per non perdere un secondo di quella danza portatrice di così tanta dolcezza ed allegria! Grazie a TE, per quel tuo sfidare, per quella tua voglia di rivalsa . Le tue esperienze sono così forti ma così semplici da rendere  tutto estremamente unico, speciale. Sei riuscita ad emozionarmi ancora, a caricarmi di così tanta energia che per tutta la serata mi è venuto a trovare quel singhiozzo tanto imbarazzante.