11 febbraio

Gia’ da qualche anno ho segnato sul calendario questa data. Non e’ un compleanno. E’ l’anniversario della mia mentore, dell’inizio del viaggio che l’ha portata, tra le numerosissime altre vicende, a fondare una associazione di stomizzati. E’ anche la data in cui la Chiesa Cattolica festeggia la Madonna di Lourdes, a cui lei, la mia mentore, si continua ad affidare.

Che dire? Ognuno ha i propri Santi! Penso alla componente della fede nella mia malattia. Quando mi fu diagnosticato il cancro per la prima volta, mi consolava l’idea del Paradiso… non meritato per la mia vita, ma grazie alle persone che, sapevo numerosissime, avrebbero pregato per me (e che continuo a ringraziare). E ho sempre sorriso al “miracolo ecumenico” che ha talvolta accompagnato la mia malattia, facendo pregare (o parlare col Muro) amici di confessioni diverse.

In questi anni di convivenza con il cancro, con il dolore e con le gioie, con le delusioni e la speranza, mi sono trovata molte volte a riflettere, lacrime e sudore, sulla fede. Gli studi filosofici e teologici mi hanno portata a concludere che, alla fine, spetta a me – ad ognuno di noi – la scelta. Se credere rende la vita meno angosciante, allora credo. Se credere permette di scorgere briciole di luce anche nella disperazione, allora credo. E’ una con-venienza, la presenza di Qualcuno negli altri.

2 pensieri riguardo “11 febbraio

  1. Ciao Romolo! Sono come san Tommaso… ho bisogno di esperire e spero di avere sempre il necessario rispetto per gli Altri e per la Verita’ da non assolutizzare mai le mie esperienze e le mie idee.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...