Nick

Una tazza d’argento con inciso il nome Nikki e’ la prima cosa a cui ho pensato quando il dottore mi ha detto “Mi dispiace, e’ un carcinoma”. Nick sapeva che desideravo un figlio e quello era il suo modo per starmi accanto, per mostrarmi il suo affetto. Quella tazza era stata usata per il suo battesimo…

Dopo l’intervento di mastectomia nel novembre 2007, Nick mi ha accolto con Gabriel nella sua casa. Mi ha coinvolta in una ricerca sulla Massoneria che mi dava entusiasmo e mi faceva sentire utile, soprattutto in quel periodo in cui non potevo sollevare pesi e la mia mobilita’ era piuttosto limitata. Nick mi ha portato ad una conferenza di Archeologia Industriale e si e’ messo a scherzare perche’, tra tutti quegli ingegneri stagionati, noi eravamo gli unici a non avere i capelli bianchi!

Nick mi ha fatto guidare la sua barca a motore. Nick scherzava sui nomi che indicano l’eta’ delle persone ed ambiva ad essere chiamato “saggio”. Nick cucinava per me il pumpkin pie e ricercava su internet la storia dei piatti che mi preparava, come la Waldorf Salad.

Gli volevo bene… e ne vorro’ sempre a quell’uomo che mi ha accolta da subito ed amata come una figlia.

Non dimentichero’ mai, Nick, il tuo ultimo saluto…davanti al garage di Allentown…ci siamo abbracciati e, mentre ti guardavo, leggevo nei tuoi occhi che non ci saremmo piu’ rivisti…maglia a righe e bermuda color panna…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...